SCOPRI ALTRO IN VAL FIORENTINA
IT|EN
Le Regole
La Storia
Attività
Area Picnic i "Palui"
Raccolta Funghi
Info e Regolamento
Valorizzazioni culturali
WebCam | Percorso Toffol | L'Andrìa
Patrimonio Regoliero
Malga Fontana Freda
Dove siamo
a Selva di Cadore
Chiedi informazioni a Ufficio Magnifica Regola Selva di Cadore
Chiedi informazioni a Ufficio Magnifica Regola Selva di Cadore
per informazioni

ULTIME NOTIZIE

data inserimento 15/9/2016
ultimo aggiornamento 16/9/2016

Contributo allo studio “Don Natale Talamini” Anno scolastico ed accademico 2014-2015

Com'è consuetudine anche quest'anno la Regola si impegna ad elargire un contributo agli studenti con lo scopo di favorire la formazione e l'accrescimento della cultura dei giovani regolieri, nonché per aiutare le famiglie ad affrontare i costi necessari per permettere un'adeguata istruzione ai loro figli. Il contributo, assegnato per l'anno scolastico 2014-2015 è di Eu 250,00 per ciascuno studente che abbia frequentato la scuola media superiore con il conseguimento della promozione, del diploma professionale o della maturità o che, iscritto al corso regolare di studi dell'anno accademico 2014-2015, sia iscritto regolarmente al successivo o abbia conseguito la laurea purché non sia fuori corso per più di anni 2.                                 Qui in allegato vi è un modulo che verrà compilato da un genitore, per i minorenni, o dal diretto interessato se maggiorenne. Il suddetto modulo dovrà essere accompagnato da un attestato di promozione o dal diploma di maturità. Per gli studenti universitari è richiesta una copia dell'attestato di iscrizione al corso regolare di studi per l'anno accademico 2014-2015 o una copia dell'attestato di laurea conseguita nel corso dell'anno accademico 2014-2015. I documenti dovranno pervenire presso l'ufficio della Regola, entro il 12 novembre 2016, anche depositandoli semplicemente nella buca delle lettere.


Modulo assegnazione contributo allo studio.docx
data inserimento 29/9/2016
ultimo aggiornamento 29/9/2016

Trattativa privata vendita lotti di piante in piedi 2017

Quali operatori nell'utilizzo delle risorse forestali del territorio boschivo del Comune di Selva di Cadore comunichiamo che il giorno 12.11.16, alle ore 11:30, presso la sede della Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore, si darà luogo alla vendita attraverso trattativa privata dei lotti boschivi di piante in piedi certificato 100% PEFC " Tabìe Fertaza ", " Sora i Prà - Revigiè ".

Maggiori informazioni nel documento allegato.


Trattativa privata vendita lotti 2017.pdf
data inserimento 31/7/2016
ultimo aggiornamento 1/8/2016

Trattativa privata vendita lotti di piante in piedi 2016

Quali operatori nell’utilizzo delle risorse forestali del territorio boschivo del Comune di Selva di Cadore comunichiamo che il giorno 07.11.15, alle ore 11:30, presso la sede della Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore, si darà luogo alla vendita attraverso trattativa privata dei lotti boschivi di piante in piedi certificato 100% PEFC “ Bosch de le fuoie ”, “ Salere ” e “ Col dei grif ”.

La vendita delle piante in piedi avviene a tutto rischio, vantaggio o danno dell’aggiudicatario. A proprie spese e cura egli provvederà ad eseguire il taglio, l’allestimento, l’esbosco e il trasporto del legname nonché l’esbosco e lo smaltimento della biomassa costituita da tronchi e cimali secchi in piedi o atterrati, senza che per ciò egli possa pretendere indennità o compensi di sorta. Nel caso il taglio del lotto preveda un esbosco tramite pescante è obbligatorio l’esbosco e smaltimento delle ramaglie.

Il volume degli assortimenti ritraibili verrà scontato secondo il prospetto sotto riportato.

Botoli

20%

Sottomisure (diametro medio inferiore a 25 cm)

30%

Saranno a carico dell’acquirente, tutte le spese relative alla movimentazione del legname in piazzale nel corso della misurazione.

L’offerta dovrà essere redatta su carta semplice intestata e contenere in cifre e in lettere il prezzo della misura normale (€/mc IVA esclusa) per l’acquisto del lotto sopra indicatotenendo presenti tutte le informazioni fornite nel presente avviso.

I concorrenti faranno pervenire le offerte a mezzo raccomandata o personalmente, all’ufficio della Regola, entro le ore 18:30 di venerdì 06.11.15.

Qualora la Ditta aggiudicataria intenda subappaltare la realizzazione di tutte o parte delle opere previste, è fatto obbligo all’Aggiudicatario, prima dell’inizio dei lavori, di comunicare in forma scritta alla Regola i dati relativi all’Impresa esecutrice materiale dei lavori e produrre il relativo patentino di idoneità forestale aggiornato.

I pagamenti dovranno essere eseguiti nel seguente modo:

  • - anticipo alla firma del verbale del consegna ( entro 4 mesi dalla data di aggiudicazione ): l’acquirente dovrà versare, a titolo di caparra, il 20% del valore del lotto, calcolato in base al volume commerciale presunto sopra riportato;
  • - saldo a 60 giorni dalla data della misurazione: l’acquirente dovrà versare la rimanente parte, calcolata in base all’esito della misurazione finale.

L’ultimazione dei lavori dovrà avvenire entro il mese di novembre 2016, salvo eventuale proroga dovuta a cause di forza maggiore.

In caso di mancata aggiudicazione, totale o parziale la Regola si riserva di procedere a trattativa privata o a bando d’asta nella primavera 2016.

La visita ai lotti boschivi avverrà, in base alle richieste pervenute e alle condizioni meteorologiche, dal 01  ottobre al 06 novembre 2015.

 


trattattiva-vendita-lotti-2016.pdf
data inserimento 11/7/2016
ultimo aggiornamento 1/8/2016

Trattativa privata assegnazione Malga Pien de Vacia

La Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore promuove una trattativa privata per il rinnovo della gestione dell’attività agricola presso Malga Pien de Vacia, in Selva di Cadore. L’azienda è composta da casera, stallone e pascoli circostanti. Al gestore verranno dati in affitto sia gli immobili sia i pascoli, affinché l’azienda sia completa e il titolare possa richiedere e ottenere anche finanziamenti europei e regionali destinati al mantenimento dei pascoli del settore primario.

La durata del contratto sarà di anni quattro, dal 1° maggio 2016 al 31 ottobre 2019, e il rapporto fra la Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore e il gestore sarà legato all’attività agricola ed eventualmente agrituristica.

Tra le caratteristiche che influenzeranno l’assegnazione ricordiamo:

  • Possibilità di monticare un n° di capi di bestiame non inferiore alle 30 unità;
  • Possibilità di monticare principalmente bestie da latte in modo da sfruttare appieno le potenzialità della malga;
  • Sede sociale dell’Az. Agricola in provincia di Belluno;

Il prezzo base annuo d’affitto è determinato in € 6.000,00 ( Euro seimila/00 ) soggetti a rivalutazione ISTAT, a decorrere dal secondo anno di concessione nella misura del 100% dei prezzi al consumo della Provincia di Belluno. Per partecipare alla trattativa occorre far pervenire la propria domanda scritta in busta chiusa entro il 13 novembre 2015 alle ore 18.30. È obbligatoria la presentazione di curricula dei candidati riportanti la loro comprovata professionalità nel settore agricolo.

La rappresentanza della Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore, a suo insindacabile giudizio, sceglierà l’assegnatario della nuova gestione entro il 20 novembre 2015; a tutti i richiedenti sarà data, in ogni caso, risposta scritta sulla decisione della Regola.

Gli interessati possono già richiedere il testo del contratto presso l’ufficio della Regola. Per qualsiasi informazione si può chiamare l’ufficio della Regola 0437-521009.


 

 

La storia
LA MAGNIFICA REGOLA | SELVA DI CADORE E PESCUL

 

Le “Regole” sono una tipica istituzione del Cadore, rette da particolari ordinamenti fissati da statuti e tradizioni secolari. Il loro principio si basava anticamente sulla solidarietà tra gli abitanti originari, i quali erano assegnatari di una proprietà di bosco e di pascolo indiviso e inalienabile, sufficiente ad assicurare la sopravvivenza anche ai meno abbienti.

L’appartenenza alla Regola dava quindi dei vantaggi, ma comportava anche vari obblighi come le prestazioni gratuite di manodopera per la Comunità, dette “piodec” come la pulitura dei pascoli, lo sgombero della neve, il servizio di vigilanza notturna contro gli incendi nei periodi di siccità ecc.

Il diritto di “regoliere” è ancora oggi trasmesso per via ereditaria, mentre l’amministrazione regoliera disciplina l’uso comune dei boschi e dei pascoli, preservandoli per un utilizzo collettivo.


Le origini

Anticamente i terreni della Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore appartenevano alle Regole di Mondeval e Ferstornigo di S. Vito di Cadore. I primi colonizzatori di Selva furono infatti regolieri di S. Vito. Tali Regolieri, una volta stabilizzatisi nel nuovo territorio, sollevarono questioni d’utilizzo e spartizione con le Regole d’origine.                                                                                                                              

Nel 1389 si raggiunse alla spartizione del territorio fra le comunità, con confinazione fra la Regola di Mondeval e le comunità regoliere di Selva e Pescul. La comunione di proprietà e utilizzo dell’altro versante della valle della Regola di Ferstornigo e cioè Staulanza, Corgnola e Palafavera, rimase ancora per secoli promiscua fra le comunanze Regoliere di S.Vito, Borca e Selva – Pescul ( bisognerà aspettare il 1630 per raggiungere ad una spartizione consensuale ).

Anche fra la Regola di Pescul e le Regole di Selva ( Ru, Vila, Granda, Piciola ) sorsero questioni di confini. La questione venne composta con un arbitrato nel 1489, dove si definirono i confini delle due vizze di proprietà “ particolari ”: la vizza di “ Mareson ”,   relativa alla Regola di Pescul, e la vizza de“ Sassgriss ”relativa alle quattro Regole di Selva. Tutti gli altri boschi, prati e pascoli con i descritti confini vennero definiti di proprietà comune fra i consorzi di Selva e Pescul, cioè degli uomini rappresentati nelle Regole.
Questo è l’atto fondamentale mai più modificato che definisce le proprietà comuni fra le Regole di Selva e la Regola di Pescul, nonché il successivo patrimonio della Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore.

Storia Regole Selva di Cadore
Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore , P.I. 00951580257 | tel +39 0437 521009 | cookie policy